Nuovi Widgets: Crea Layer

11:52 lorenzo amato 0 Comments


Le potenzialità del framework Open Source Geo-Platform aumentano. Questo è il primo di una serie di post che mostreranno alcuni nuovi widgets sviluppati mediante il framework.
Geo-Platform è il framework  Open Source ideato da geoSDI per la creazione di Geoportali Enterprise, mediante i quali sia possibile gestire progetti mappa, organizzati in cartelle e layers, utilizzando gli standard dell'OGC.

Nuovi layer "from scratch"

Oltre a caricare strati da dati esistenti, come ad esempio mediante il puntamento a un servizio WMS o il caricamento di uno shapefile,  è ora possibile creare nuovi livelli semplicemente selezionando il menu Crea Layer sulla cartella di destinazione.
Il widget, interagendo con il Geoserver indicato nella configurazione del Geoportale, si occupa della creazione della struttura dati in PostGIS e della pubblicazione dei servizi OGC WMS e WFS relativi.

Definizione della struttura

Il widget ha una Graphic User Interface in cui è possibile definire:

  • Il nome da assegnare al nuovo layer
  • Il tipo di geometria del layer (point, multipoint, linestring, multilinestring, polygon, multipolygon)
  • Gli attributi (e i relativi tipi) che il nuovo layer dovrà avere.

Sono anche presenti dei pulsanti che facilitano, in combinazione con opportune configurazioni in Geoserver, la creazione di attributi destinati all'incorporamento di immagini, video o allegati in genere.

Selezione workspace

Il widget permette anche di intervenire sulla "destinazione" del nuovo layer: è possibile infatti selezionare in quale workspace, tra quelli già presenti nel Geoserver indicato nella configurazione del Geoportale, presentare il layer, o anche di crearne uno nuovo. Questo è sicuramente un plus, poichè consente non solo di organizzare i propri layer, ma di predisporre l'ambiente, ad esempio, alla distribuzione di virtual services distinti, restrizione di accesso ai servizi sui diversi workspace, etc.

Il layer è pronto. Non resta che "popolarlo"

Una volta creato, il layer è disponibile per l'utilizzo nel Geoportale, ma naturalmente non contiene ancora alcuna feature. Poichè il widget, colloquiando con le componenti server, si è occupato di configurare e pubblicare i servizi WMS e WFS relativi al nuovo strato informativo, basta utilizzare l'Editor WFS (presente come altro widget geo-platform nel geoportale) per "popolare" il layer di record, inserendo le geometrie e assegnando valori agli attributi di ogni nuova feature. Tutto questo attraverso il web, senza disporre di altro che di un semplice browser.

0 commenti :